domenica, febbraio 08, 2009
Ora capisco perchè...

...i digipack sono cd "handicappati"
. Già che non abbiano un booklet coi crediti la direbbe lunga... (si può fare anche senza e avvalersi di Internet, nel peggiore dei casi).

Se fosse solo questo il problema... Tanto per farvi capire, vi posto una foto che ho fatto del retro della copertina del disco Le Nuvole che ho preso ieri (in digipack, appunto). Spero si intenda, perchè l'ho fatta con la webcam del Macbook.



Se uno la confronta con l'originale, poi, nota che qualcosa non va (leggete i titoli, grazie):


E' come se si fosse andati a bestemmiare dentro una chiesa... Mi sa proprio che difficilmente prenderò altri dischi in formato digipack, dopo questo poco nobile sacrilegio.

Ciao!!
 
scritto da Shpalmina alle ore 13:08 | Permalink |


10 Comments:


At 8 febbraio 2009 13:29, Blogger Giuppi

Fanno davvero schifo i digipack...già ho commesso 4 errori comprandone 4 degli elii,di cui ho l'intenzione di rimediare comprando gli originali. Abbasso i digimerd!:D

 

At 8 febbraio 2009 13:45, Blogger Shpalmina

Pensavo che De Andrè, scampasse tutti gli scempi che ho visto compiere, anche su album elici, per quanto riguarda il formato digipack. Invece, neppure lui l'ha scampata...

Fra qualche tempo, mi sa che mi metterò alla ricerca della release originale... Mi è parso che buona parte della discografia di De Andrè sia stata ripubblicata in formato digipack, per cui, al momento, visto il sacrilegio, non cercherò di prendere altri album suoi.
E' un vero peccato che ci siano anche questi errori di "forma"... e che non vi pongano mai rimedio...
Sono dei dischi "pacco", praticamente... ;)

Ciao
Shpalmina

 

At 8 febbraio 2009 17:45, Anonymous Klàpač

Ahaha "Menegun"!! Oddio!!
Comunque, cara Shpalmina, dovresti ascoltare di più le fave... se dicono che i digipack fanno sckiiiiiiipho, un motivo ci sarà... ;.)

 

At 8 febbraio 2009 19:02, Blogger Shpalmina

La verità è che si spera sempre di non finirci mai dentro... :D
Purtroppo è capitato anche a me. :)
Almeno ho imparato che i digipack è meglio lasciarli lì dove sono... ;)

Ciao
Shpalmina

 

At 9 febbraio 2009 18:43, Blogger Zapped

le nuvole, quello vero appena uscito era
un lp con un inserto
cangiante

 

At 9 febbraio 2009 18:53, Blogger Zapped

se lo muovovevi si vedevano le nuvole e sotto ...il novecento

 

At 9 febbraio 2009 18:54, Blogger Zapped

comunque non scherzo, novecento di de andre' era cosi'...le nuvole nell'lp si muovevano

 

At 10 febbraio 2009 11:18, Blogger Lavinia89

Mi sa che avete fatto confusione: il formato di cui parlate si chiama discbox slider che è fatto solo di cartoncino scadente. Il formato digipak è fatto sì di carta, ma è diverso, all'interno c'è anche il libretto. Per fare un esempio, in digipak è Studentessi. I discbox slider sono tutte le ristampe cazzone degli altri album elici. Proprio ieri sono stata alla Feltrinelli di Napoli e ho visto praticamente TUTTI gli album di De André ristampati in discbox e messi in offerta e la cosa mi ha fatto storcere il naso parecchio.

 

At 13 febbraio 2009 21:35, Anonymous squeeze

E il triplo (Dvd + 2 cd) di De Andrè in offerta a 14,90 € è un digipack? Ha il libretto.

 

At 14 febbraio 2009 00:13, Blogger Shpalmina

Non saprei dirti, Squeeze...
Mi auguro abbiano i titoli e le sue cosucce a posto, perlomeno.

Ciao
Shpalmina

 


AddThis Social Bookmark Button