giovedì, settembre 29, 2005
Sembrerò banale ma...



29 Settembre

Seduto in quel caffe'
io non pensavo a te....
Guardavo il mondo che
girava intorno a me...
Poi d'improvviso lei
sorrise
e ancora prima di capire
mi trovai sottobraccio a lei
stretto come se
non ci fosse che lei.
Vedevo solo lei
e non pensavo a te...
E tutta la citta'
correva incontro a noi.
Il buio ci trovo'
vicini
un ristorante e poi
di corsa a ballar sottobraccio a lei
stretto verso casa abbracciato a lei
quasi come se non ci fosse che,
quasi come se non ci fosse che lei.
Mi son svegliato e
e sto pensando a te.
Ricordo solo che,
che ieri non eri con me...
Il sole ha cancellato tutto
di colpo volo giu' dal letto
e corro li' al telefono
parlo, rido e tu.. tu non sai perche'
t'amo, t'amo e tu, tu non sai perche'
parlo, rido e tu, tu non sai perche'
t'amo t'amo e tu, tu non sai perche'
parlo, rido e tu, tu non sai perche'
t'amo, t'amo tu, tu non sai perche'.

Nel ricordo di un mito che ha saputo regalare (e ancora regala!) tantissime emozioni con la sua musica. Grazie Lucio!!!!!
 
scritto da Shpalmina alle ore 23:27 | Permalink |


1 Comments:


At 30 settembre 2005 14:54, Anonymous Anonimo

pheegata assurda Battisti!!!
quando lo adoro quell'ometto!

besos, Formy

 


AddThis Social Bookmark Button